Prevenzione

FUMO E DENTI – Ogni anno, il 31 maggio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità celebra la Giornata Mondiale Senza Tabacco. Questa giornata è un’occasione per sensibilizzare più persone possibili sui rischi per la salute associati al consumo di tabacco e sull’importanza di adottare politiche efficaci per ridurre tale consumo.

Secondo l’OMS (Organizzazione mondiale della Sanità), il consumo di tabacco rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e la principale causa di morte evitabile. Quasi 6 milioni di persone perdono la vita ogni anno a causa dei danni da tabagismo, e oltre 600.000 di queste sono non fumatori, esposti però al fumo passivo.

PRENOTA ORA

Come il fumo danneggia la tua salute orale?

Il fumo di tabacco può avere effetti dannosi sui tuoi denti e gengive in vari modi. Ecco alcuni dei problemi più comuni che possono derivare dal fumo:

1. Macchie sui denti

Il fumo può causare la formazione di macchie sui denti che non possono essere rimosse con il normale spazzolamento domiciliare. Questo è dovuto alle sostanze presenti nelle sigarette, il catrame su tutte, che aderiscono allo smalto, causando ingiallimento generalizzato e spesso macchiando di marrone la superficie dentale.

2. Malattie parodontali

Il fumo aumenta il rischio di sviluppare malattie parodontali, come la gengivite e la parodontite. Nella bocca di un soggetto fumatore avviene un maggiore accumulo di placca e tartaro sui denti. Tale condizione è dovuta all’ azione delle sostanze contenute nelle sigarette che riducono l’apporto di ossigeno alle gengive,  rendendo l’ambiente orale del fumatore perfetto per la colonizzazione e proliferazione di batteri anaerobi molto aggressivi nei confronti dei denti. L’accumulo di tartaro in questione può essere sia sopragengivale che soprattutto sottogengivale, portando a danneggiare i tessuti e contribuire all’insorgenza di gengivite e parodontite. Il soggetto fumatore rischia tre volte più di un soggetto normale di perdere i denti a causa della parodontite. Alla luce di questa spiacevole statistica, si raccomandano controlli periodici e sedute di ablazione del tartaro professionale ogni 4 mesi

3. Recessione gengivale

La recessione gengivale è l’allontanamento della gengiva dalla sua posizione originale, fino al punto di esporre parte delle radici dei denti. Il fumo, influenzando negativamente la salute delle gengive, gioca un ruolo fondamentale nell’accelerazione di questo processo.

4. Alitosi

Il fumo può causare alitosi, o alito cattivo. Questo è dovuto ai composti chimici presenti nel fumo di tabacco, che possono rimanere in bocca anche dopo che la sigaretta è stata spenta.

5. Cancro orale

Infine, il fumo è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo del cancro orale. Questo include il cancro della bocca, della gola, delle labbra e della laringe.

Sensibilità ai denti e fumo

Uno degli effetti meno noti del fumo è l’aumento della sensibilità dentale. Questo è dovuto al fatto che il fumo può causare l’allontanamento delle gengive dalla loro posizione originale, fino a esporre la radice del dente e le terminazioni nervose sensitive. Ciò può portare a una maggiore sensibilità al caldo, al freddo, all’acido e al dolce.

Il fumo e la guarigione dopo gli interventi di chirurgia orale

Il fumo può avere effetti negativi sulla guarigione dopo gli interventi di chirurgia orale, come l’estrazione di un dente. Questo perché il fumo può interferire con il flusso di sangue alle gengive, ritardando il processo di guarigione e aumentando il rischio di complicazioni post-operatorie.

L’abuso di tabacco e l’accumulo di tartaro

L’abuso di tabacco può portare a un maggiore accumulo di tartaro sui denti. Il tartaro è una forma di
placca che si è indurita e mineralizzata sui denti, dopo aver assorbito i Sali di calcio e fosfato contenuti nella saliva, e che può solo essere rimossa da un dentista o un igienista dentale. L’accumulo di tartaro sottogengivale può aumentare il rischio di gengivite e malattie parodontali.

Il fumo e il bruxismo

Il fumo può concorrere all’insorgenza del bruxismo, una parafunzione caratterizzata da digrignamento, serramento e “sfregamento” diurno o notturno, spesso inconsapevole. Questo può portare all’abrasione dei denti e può causare problematiche articolari alla mandibola, cefalee e
disturbi del sonno.

Smettere di fumare: benefici per la salute orale

Smettere di fumare ha molti benefici per la salute orale. Oltre a ridurre il rischio di malattie gengivali e cancro orale, smettere di fumare può migliorare l’alitosi, ridurre il rischio di macchie sui denti, diminuire la sensibilità dentale e migliorare la guarigione dopo gli interventi di chirurgia orale.

Il 31 maggio sarà la giornata mondiale senza tabacco. Porre l’accento sul tema per sensibilizzare le persone, sebbene sia stato fatto già innumerevoli volte, è sempre importante, non è mai troppo tardi per smettere di fumare.

Dentista Balduina Roma | Dentista Amelia Terni

La prevenzione orale è un investimento nella tua salute e benessere generale a lungo termine. Non trascurare il tuo sorriso: sii fiero di mostrarlo al mondo con fiducia e felicità!

Per prenotare la tua visita puoi contattare la segreteria del nostro Studio Dentistico di Balduina Roma al numero 0635451087 o su whatsapp allo 335 526 0502 oppure , se sei interessat* al nostro Studio Dentistico in Umbria, nella sede di Amelia, puoi contattare i numeri: 3493235541 – 335 526 0502.

PRENOTA ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This field is required.

This field is required.

cinque × 4 =